Recensione: GLORY OF THE SUPERVENIENT / Glory Of The Supervenient – Ivano Rossato

Risultati immagini per glory of the supervenient

GLORY OF THE SUPERVENIENT

Overdub Recordings – 2016


 

Glory Of The Supervenient è la creatura nata nel 2015 grazie al batterista Andrea Bruzzone che firma gli 11 brani originali contenuti nell’album eponimo. Si tratta di composizioni strumentali che spaziano dalle sfumature progressive metal di Through The Circles a un certo space rock di stampo inglese con Flexing The Inflexible e Infinite Tangles, alla fusion, fino all’elettronica di Firewood/Ash e Path Of The Night o la musica improvvisata di The Background, e che ruotano attorno a idee ritmiche cangianti e vitali. Poliritmie al silicio, suoni sintetici e atmosfere glaciali si fondono con naturalezza con l’ottima prova alla batteria di Andrea Bruzzone (unico elemento in carne e ossa dell’album in coppia con il basso di Angelo Girardello) in un balletto di geometrie contorte ma mai inutilmente cerebrali. La melodia anzi, insieme al gusto nella scelta dei timbri e delle atmosfere, domina spesso l’attenzione dell’ascoltatore distraendolo efficacemente dalla complessità della trama su cui è adagiata. Un disco da ascoltare con attenzione.


Musicisti: Andrea Bruzzone – batteria e elettronica; Angelo Girardello – basso


Brani: 1. I: The Destiny 2. Flexing The Inflexible 3. Identities 4. Infinite Tangles 5. Through The Circles 6. Encountering The Encounterer 7. Firewood/Ash 8. Isolated Earth 9. The Background 10. Connections 11. Path Of The Night


Contatti:

www.gloryofthesupervenient.com

facebook

YouTube


Advertisements