RECENSIONE: SØNDAG / Bright Things – Ivano Rossato

Sondag-Bright-Things.jpg

Søndag

Bright Things

OverDub Recordings – 2016


I Søndag esordiscono con Bright Things, 9 brani rocciosi che colpiscono al primo ascolto per la coerenza di un suono maturo e coinvolgente a dispetto della giovinezza del progetto nato solo a metà del 2015.   Il quartetto piacentino suona un hard rock moderno, nel solco della tradizione statunitense dell’ultimo ventennio, con sonorità low-tuned ben architettate, ricche di unisoni e valorizzate da un buon lavoro fatto nell’arrangiamento delle chitarre e della sezione ritmica, con un risultato compatto e arioso allo stesso tempo. A colpire positivamente è l’equilibrio che i Søndag dimostrano in fase compositiva. Tutti i brani sono caratterizzati infatti da un’alternanza di energia tellurica e melodie semplici ed efficaci che fanno venir voglia di essere riascoltate e cantate. La cavalcata iniziale del brano di apertura Sweet, l’ottimo lavoro fatto dalla voce in Back In Town, l’incedere polveroso del riff di Polite Rebel, sono solo alcuni degli ingredienti che fanno di Bright Things un disco ben registrato e prodotto con sapienza che diverte e coinvolge, e che come biglietto da visita centra l’obiettivo.


Formazione:

Marcello Lega – chitarre/ Riccardo Lovotti – batteria/ Marco Benedetti – chitarre/ Riccardo Demarosi – voce, basso.


Brani:

1. Sweet 2. Back in town 3. Polite rebel 4. Viper 5. Wax 6. Bright things 7. Leftover 8. Spitfire 9. Time has come


Contatti: 

YouTube

facebook


sondag

Advertisements