RECENSIONE: BILLY GIBBONS AND THE BFG’S/PERFECTAMUNDO – RICCARDO PELLIZZOLA

bfg640-640x640

Billy Gibbons and the BFG’s

 Perfectamundo

Concord Music Group Inc. (2015)


Perfectamundo, uscito a novembre del 2015, è stato il primo album di Billy Gibbons senza gli ZZ Top; nessuno sapeva cosa aspettarsi da uno dei più celebri e osannati musicisti blues-rock dell’ultimo secolo, che ha suonato sostanzialmente lo stesso genere per oltre quarant’anni. Anche per questo sono rimasti tutti a bocca aperta ascoltando i brani di Perfectamundo, che fondono tutta l’esperienza di Gibbons con ritmi, percussioni e testi latino-americani, evidente frutto degli insegnamenti di Tito Puente ricevuti in giovane età. Ma non finisce qui: come se non bastassero due generi totalmente diversi, il chitarrista texano ha voluto inserire anche degli sprazzi di hip hop, udibili ad esempio nella title track, forse il pezzo che più segue le linee guida del rock classico.

Il tutto è in sorprendente equilibrio, nulla predomina su nulla, e il risultato finale è godibilissimo: si spera in un sequel che non deluda le ormai alte aspettative.


 

Spotify

Advertisements