RECENSIONE: DURAN DURAN/PAPER GODS – EUGENIO MIRTI

duran-duran1

Duran Duran

Paper Gods

( WARNER, 2015)

É uscito l’11 settembre il quattordicesimo album dei Duran Duran, “Paper Gods”. Non sono mai stato un grande frequentatore della band inglese: all’epoca della loro esplosione negli anni ’80 ero già presissimo con il classic rock precedente, e fatalmente le loro rentrées non mi hanno mai toccato più di tanto. Mi ha incuriosito moltissimo però di questo nuovo lavoro l’aver letto che John Frusciante, uno dei miei chitarristi preferiti, ha collaborato e suonato  in tre brani. Inoltre ho sempre saputo  che per anni la band ha avuto in formazione Warren Cuccurullo, un ex zappiano doc, quindi i  motivi per colmare la mia abissale lacuna e ignoranza erano più che validi.

L’album presenta tutti gli elementi che resero famosa la band: echi elettronici sinth pop e techno mescolati con ritmiche di chitarra funk, solidissimi beat dance-oriented che si alternano a ritornelli che hanno strepitosi hook e rimangono immediatamente impressi. Strabilianti le voci: Simon Le Bon è in gran forma e i cori sono notevolissimi, a metà tra gospel e contemporary black music. La produzione di Mark Ronson, Nile Rodgers e Mr Hudson (e della band stessa) riesce nel bilanciare il sound anni ’80 e quello contemporaneo, generalmente sovrapponendo a suoni di tastiera old style groove modernissimi e ispirati, come in “You Kill Me With Silence” in un effetto che spesso mi ha richiamato alla mente le pagine più funk di Prince (emblematica “Change The Skyline” in questo senso). Ispirato il contributo di Frusciante: bluesy in “Sunset Garage “, funk e rock in “Butterfly Girl” (assolo strepitoso) e super elettronico in “Northern Lights”. Un disco  forse frivolo (ma non è detto sia un difetto), sicuramente   divertente.


Musicisti:  Simon Le Bon (voce); Nick Rhodes (tastiera); John Taylor (basso); Roger Taylor (batteria); feat.: Dom Brown (chitarra); Anna Ross (voce); Janelle Monae (voce); Nile Rodgers (chitarra, cori); John Frusciante (chitarra); Steve Jones (chitarra).


Brani: Paper Gods / Last Night In The City / You Kill Me With Silence / Face For Today / Danceophobia / What Are The Chances? / Sunset Garage / Change The Skyline / Butterfly Girl / Only In Dreams / The Universe Alone / Planet Roaring / Valentine Stones / Northern Lights.


 

Advertisements