RECENSIONE: OMAKE / COLUMNS – DANIELA FABOZZI

Columns

Omake

Columns

(Sherpa Records – 2015)

Columns è l’album di debutto per Omake di cui avevamo già recensito il singolo anticipatorio Purest Love. L’artista pisano si è cimentato in un’originale fusione tra il songwriting e l’elettronica mischiandoci anche del beatmaking hip hop ben riuscito. L’accurato editing del sound è però uno step compiuto in un secondo momento perché Omake ha scritto tutte le canzoni di getto in modalità home-made: voce e chitarra. Ecco perché si percepisce anche una forte impronta acustica in diverse tracce (ad esempio in Deer/The Hunter Feat. A Safe Shelter e Florida). Con la sua voce grave e profonda Omake canta in inglese quello che interpreta come colonne portanti in questo dato momento della sua vita e cioè le insicurezze e le prospettive incerte all’arrivo dei trent’anni unite ad un’analisi delle relazioni con gli altri. L’album conclude il suo percorso introspettivo con Florida che in realtà vuole essere per l’artista sia un punto di partenza che di arrivo.


Brani: Darkside/The Fighter // Purest Love // Nighthawk // Deer/The Hunter Feat. A Safe Shelter // Like a Snake, As an Eagle // Slowrunner Feat. Machweo // Woman // Korsakoff // Florida


Facebook

OMAKE

Advertisements