4 FREE – THE COLLECTION – Ivano Rossato

4 FREE VOL.2 – CALIBRE E-BOOK MANAGEMENT

 

Chi come me fosse entrato a pie’ pari nell’entusiasmante mondo degli e-book e stesse attraversando la solita fase bulimica iniziale scaricando centinaia di libri digitali dal web, apprezzerà di certo le meraviglie offerte da Calibre e-book management.

E’ un software completamente gratuito che permette di ordinare, classificare, convertire l’intera nostra biblioteca digitale dando così la possibilità di effettuare ricerche per titolo, autore, genere, casa editrice oltre a gestire l’upload dei libri direttamente sull’e-reader.

Tra le funzioni particolarmente interessanti e utili ci sono la possibilità di installare il programma direttamente su una comune penna usb dalla quale  eseguirlo (contenete anche l’archivio digitale) in modo da portarsi sempre tutto dietro, software compreso, e  quella di poter programmare con cadenza giornaliera, settimanale, mensile, il download delle notizie dei siti di informazione di nostro interesse in modo da avere una rassegna stampa sempre aggiornata.

Buona lettura!

http://calibre-ebook.com/

 

4 FREE VOL.4 – HYDROGEN

Pur essendo un entusiasta navigatore del web da oltre due decadi rimango ancora piacevolmente stupefatto nello scoprire con quale passione e dedizione squadre di sviluppatori sparsi per il globo mettano a disposizione di tutti e gratuitamente le loro creazioni.

Da musicofago e musicista trovo meraviglioso ad esempio il pluriennale progetto Hydrogen.

Di base si tratta di una drum machine programmabile con un elevatissimo grado di dettaglio in ogni aspetto della generazione del suono e della creazione dei pattern ritmici con la possibilità di raggiungere un discreto grado di naturalezza e verosimiglianza con una batteria acustica realmente suonata.

In aggiunta a ciò la possibilità di caricare, editare e sequenziare librerie di campioni autoprodotti di ogni genere ne fa anche un potente sequencer/campionatore con cui dare sfogo alla propria fantasia compositiva.

La filosofia del progetto è sintetizzata nella dichiarazione a piè di pagina della sezione Features:

“If you liked hydrogen, buy us some beer.”

 

http://www.hydrogen-music.org

 

4 FREE VOL.5 – AUDACITY

 

“Software libero non vuol dire solo gratuito (come “birra gratuita”). È libero nel senso di libertà (come “libertà di parola”). Il software libero offre la libertà di usare un programma, di studiare come funziona, di migliorarlo e di condividerlo con altri.”

Il mondo dell’open source e del software gratuito coperto da licenza GNU General Public License (GPL) regala  quotidianamente opere molto interessanti che coprono ogni singolo ambito dell’informatica, frutto della collaborazione libera e gratuita di chiunque nel mondo ritenga di poter apportare il suo contributo migliorativo.

Per quel che riguarda il settore dell’audio digitale uno fra i più interessanti progetti attualmente attivi è il meritevole Audacity che permette di registrare (anche in multi-traccia se il sistema è predisposto), editare, mixare,  riprodurre e convertire i più diffusi formati audio (Mp3, Mp4, AC3, WMA, WAV, AU, AIFF, OGG).

A disposizione dell’utente ci sono poi numerosi plug-in e moduli aggiuntivi (effetti, filtri, convertitori, compressori, limiter,…) che affiancheranno quelli di terze parti già eventualmente presenti sul vostro computer e perfettamente integrabili e utilizzabili in Audacity.

Un software, oltre che gratuito, anche intuitivo e dall’aspetto essenziale che risulta molto potente e leggero per le risorse hardware del vostro sistema.

http://audacity.sourceforge.net/

 

4 FREE VOL.8 – XNVIEW

 

Poche tipologie di file si prestano alla manipolazione ed elaborazione amatoriale come le immagini e le fotografie digitali.
XnView aiuta a gestire le nostre librerie d’immagini permettendo di organizzarle e rinominarle in blocco dando anche la possibilità di intervenire su numerosi aspetti grafici in modo da correggere eventuali imperfezioni e difetti, fino ai parametri exif (Exchangeable image file format) quelli cioè consultabili dal menù proprietà dei file che includono, a seconda della macchina fotografica utilizzata, dati quali data e ora di scatto, velocità dell’otturatore, lunghezza focale, apertura del diaframma e coordinate gps del punto di scatto.
Disponibile anche per smartphone, XnView ha fra i punti di forza, oltre all’immediatezza dell’interfaccia grafica e alle funzioni di ottimizzazione per le pagine web, anche la possibilità di effettuare le cosiddette procedure batch su ogni funzione: è possibile quindi applicare filtri, rinominare, convertire, ridimensionare, ricampionare secondo i parametri desiderati non una singola immagine alla volta ma interi gruppi e librerie di immagini in un colpo solo.

Indispensabile per gestire il mare di foto dimenticate sugli hard disk!

http://www.xnview.com/en/index.php

 

4 FREE VOL.21 – MEDIAMONKEY

I felici possessori di iPhone, iPad, iPod e il resto dell’allegra combriccola Apple con la cangiante “i”, nello spazio di un quarto d’ora dallo spacchettamento dei suddetti  gioiellini avranno fatto la conoscenza con il relativo software iTunes e tutti i suoi disarmanti limiti.

Ma le forze della magia bianca sono sempre al lavoro per alleviarci le pene quotidiane e nella fattispecie MediaMonkey fa al caso nostro.

Archiviare i nostri album in mp3, convertirli in svariati altri formati audio, masterizzarli su cd, compilare i tag, scaricare dal web le informazioni relative ai brani, trasferire la musica su tutti i tipi di lettore e circa un milione di altre geniali operazioni, risulteranno semplici e veloci.

Imparare a usarlo è un attimo: basta sucarsi per due giorni iTunes e si scoprirà all’istante che tutto quello che in esso manca o è incomprensibilmente cervellotico MediaMonkey lo fa 100 volte meglio e in modo piacevolmente intuitivo.

A voi sperimentarlo!

http://www.mediamonkey.com/

 

4 FREE VOL.31 – WORDLE

Avete presente quelle immagini a metà fra opere grafiche e testuali realizzate con un collage di 100 parole di dimensioni e orientamenti differenti (tipo quelli nell’immagine per intenderci)?

Pensavate che venissero composte pazientemente da piccoli gnomi minorenni sottopagati in uno scantinato di Bombay vero? Probabilmente in origine era così o almeno fino a quando Jonathan Feinberg non ha pubblicato Wordle, la mia nuova droga.

Adoro la versatilità e la disarmante semplicità di utilizzo di questa applicazione web-based grazie alla quale potrete scegliere con pochi click l’orientamento prevalente delle parole, la palette di colori preferiti, il font e addirittura il vocabolario di termini generici da eliminare dal testo usato come base dell’elaborazione.

Geniale!

 

4 FREE VOL.37 – MEMRISE

Memrise: un nome geniale per un idea apparentemente semplice: un sito che aiuta a memorizzare lingue, contenuti, nozioni di vario genere con facilità e basandosi sui più efficaci meccanismi di associazione di immagini e i giusti ritmi di apprendimento, ripetizione e verifica dei progressi. Apparentemente nulla di speciale, ma la semplicità e l’ergonomia costituiscono proprio due fra gli ingredienti base scelti da Ed Cooke e Greg Detre per aiutarci nell’impresa. Il primo è un Gran Maestro della Memorizzazione (sì, esistono veramente!) il secondo uno studioso di neuroscienze a Princeton specializzato nei meccanismi alla base della memorizzazione, e insieme hanno solo creato il contenitore, disponibile anche per smartphone. Perché i contenuti, ossia i corsi, sono redatti, implementati e revisionati dalla comunità stessa degli iscritti con una piattaforma multilingua in continua evoluzione.

Decisamente da tenere sott’occhio, non dimenticatevelo!

 

4 FREE VOL.39 – MUSESCORE

MuseScore_4

Qualche anno fa scrissi scherzando che non sarei stato in grado di distinguere un pentagramma da un termosifone. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia: adesso sono in grado di distinguerli con un accettabile scarto di errore.

Rilancio quindi volentieri il consiglio del maestro Mirti riguardo una perla del mondo open source: MuseScore.

Si tratta di un programma di notazione musicale completamente gratuito e che mette a disposizione del musicista tutte le funzioni base necessarie con in aggiunta la possibilità di utilizzare la tastiera del pc come se si trattasse dei tasti di un pianoforte, così come quella di far riprodurre via midi le parti appena scritte o quella di sovrapporre un testo alla notazione.

Il tutto facilitato naturalmente dalla versatilità e la potenza di un sistema informatico con le varie funzioni di controllo, copia/incolla, trasposizione e molto altro.

Più sotto riporto un utile tutorial video che le immancabili anime filantropiche di cui il mondo è zeppo  hanno girato apposta.

Meraviglioso il messaggio degli sviluppatori nella sezione Donate che risulta perfettamente in linea non solo con questa specifica rubrica ma con la filosofia di TOCRASH nel suo insieme:

“La più preziosa donazione che potete dare è il vostro tempo, partecipando al forum di supporto, scrivendo codice o documentazione, oppure diffondendo una buona parola riguardo MuseScore.”











 

 

Advertisements