Recensione: AREA 765/Altro Da Fare – Stefano Di Ielsi

area765-copertina

AREA 765 – “Altro Da Fare”

Maggio 2014 –  (Fuori dal centro/Goodfellas)

 

 Senza dover scavare troppo nella memoria, forse alcuni di voi si ricorderanno I Ratti della Sabina, Folk/Rock band scioltasi nel 2010, dalle cui ceneri sono “risorti” gli AREA765 (2011). Dopo l’album d’esordio “Volume Uno” i quattro ragazzotti sabini escono sul mercato con un unplugged di diciotto brani, due dei quali inediti (“Altro da fare” e “L’ultimo tango“), attingendo per lo più dal primo lavoro e rispolverando alcuni brani della loro ex-band.

Chi ha amato, sognato e ballato sulle note dei Ratti della Sabina, non scopre nulla di nuovo, Altro da Fare si compone di ballate di ottima fattura, che esplorano in versione acustica, profumi, immagini e sensazioni della vita di tutti i giorni. Le tracce di questo lavoro sono un omaggio alla semplicità e alla ri-scoperta dei momenti di vita quotidiana che spesso sfuggono alla nostra vista. Nelle note di questo lavoro ognuno di noi potrà ritrovarsi, tra le proprie insicurezze e nelle diverse sfaccettature di una giornata qualsiasi passata tra pensieri e situazioni. Gli Area765 riescono a farci assaporare melodie genuine e al contempo profonde, senza la pretesa di far morale, ma nella piena consapevolezza dell’umana imperfezione.

 Dal punto di vista strettamente musicale Altro da Fare è un lavoro senza fronzoli, ancor più scarno negli arrangiamenti rispetto al precedente, le versioni acustiche conferiscono un carattere più moderno, quasi ad esaltare la componente narrativa, affidata alla sapiente voce di Stefano. Arpeggi e armonie di chitarra acustica tengono sapientemente la rotta di questo viaggio, conducendo l’ascoltatore attraverso brani come Tra La Luna e La Schiena o Accorda e Canta, che con la propria spensieratezza  hanno il merito di entrare nella vostra quotidianità e portarvi un sorriso anche lì dove è più difficile trovarlo. Kant vs Dylan Dog rievoca la leggerezza della gioventù e il valore dato alla semplicità dei comportamenti e dei gesti di periodi passati. Ballate più introspettive come Fuori Dal Centro o Galleggiare conferiscono un briciolo di malinconia e riflessione che quadrano la struttura dell’intero lavoro.

Immersi nelle ballate di Altro da Fare, avrete la sensazione di trovarvi di fronte ad un buon amico, nella spensieratezza di una serata leggera, di quelle in cui ci si lascia andare ai propri pensieri e nei racconti di vita vissuta, dove potreste trovare la giusta misura di ogni cosa anche nella semplicità di un bicchiere di rosso.

Tracklist

1) Altro da fare – 3:05; 2) L’ultimo tango – 3:28; 3) Fuori dal centro-Fiori leggeri – 4:35; 4) Galleggiare – 4:17; 5) Il tempo che merita – 2:29; 6) Un po’ di sole – 3:22; 7) Scarpe – 3:56; 8) Sarà per questo – 3:52; 9) Kant VS Dylan Dog – 3:34; 10) Nonostante – 4:02; 11) Chi arriva prima aspetta – 3:39; 12) Tra la luna e la tua schiena – 3:50; 13) Come fossi neve – 3:03; 14) Quello che decidi solo tu – 4:07; 15) Sette stelle – 4:10; 16) Questione – 3:31; 17) Accorda e canta – 3:30; 18) Tra la luna e la tua schiena – Morbida – 3:50;

Musicisti:

Stefano Fiori – voce, chitarra acustica; Alessandro Monzi – violino; Paolo Masci – bouzouki, chitarra elettrica, lap steel; Valerio Manelfi – basso

 

area-ok-1024x869

Advertisements