Snack per audiofagi… AiC & William DuVall – Ivano Rossato

 

Alice_In_Chains_-_2011_Maquinaria_Festival_12_11_2011

Pochissime band nella storia del rock sono sopravvissute alla perdita improvvisa del loro carismatico cantante. Ci riuscirono brillantemente gli AC/DC, che in 10min circa sostituirono Bon Scott con Brian Johnson e pubblicarono Back in Black (1980) il loro miglior album di sempre, ci tentarono meno creativamente e in circa 10 anni i Lynyrdr Skynyrd che però la buttarono in tributo auto-celebrativo, e più recentemente hanno centrato l’obiettivo gli Alice in Chains. Forti di un repertorio stellare e uno stile personale del quale la voce del compianto Layne Staley costituiva solo uno degli ingredienti, gli AiC hanno saputo pazientare senza l’ansia da prestazioni e quando dopo 7 anni pubblicarono  Black Gives Way to Blue (2009) si capì subito che non si trattava di un’operazione “i bei vecchi passati”. Così come seppero fare gli Ac/Dc, anche i quattro di Seattle hanno avuto la capacità di andare oltre continuando grazie a William DuVall con coerenza e solidità il percorso creativo e artistico di una delle mie band preferite di sempre.

Buona domenica!

 

 

Advertisements