Oldies But Goldies: Jeff Beck/Blow By Blow (Epic, 1975) – Eugenio Mirti

Blow_by_blow

Jeff Beck

Blow By Blow

(Epic, 1975)

Nel pieno dell’era della fusion comparve questo incredibile disco, uno dei miei preferiti di sempre, una vera pietra miliare del chitarrismo mondiale. Una scelta di brani superba (con due originali di Stevie Wonder, che suona non accreditato in Thelonius, un omaggio ai Beatles e la conclusiva Diamond Dust di Bernie Holland), arrangiamenti (specie quelli orchestrali) favolosi di George Martin, una band che può toccare vette di virtuosismo strumentale seguite subito da lunghe pause vuoti rarefatti …cos’altro aggiungere!

L’iniziale “You Know What I Mean” è emblematica di tutto il disco: un riff funk che si muove tra none maggiori, minori ed eccedenti, un tema in D7 memorabile, la sezione B che si sposta in 3/4 seguita da un solo sanguigno che alterna pentatoniche ad arpeggi di 7 con cromatismi rari! Un gagliardo momento di delirio funk e rock con un titolo significativo e divertente!

Un album straordinario, ricco di contenuti e che non può mancare nelle vostra collezione, che si arricchirà così della magica polvere di stelle di Jeff Beck.

 

Advertisements