Snack per audiofagi… INXS – Ivano Rossato

Tante band negli anni ‘80 sono state triturate dalla mia personale ortodossia adolescenziale. Alcune giustamente in quanto rigurgito della peggio commercialità, altre semplicemente perché macchiate dal peccato originale dell’etichetta “pop”, la peggiore infamia per un figlio del Rock. Incolpevoli vittime del mio monocratico tribunale furono gli INXS che però godettero di una seconda possibilità in tempi recenti.

Grande capacità di scrittura, una miscela riuscita di rock, soul, funk, pop e un suono grosso e caldo. Come non capirlo subito?

Oggi li vediamo infuocare il pubblico del Loreley Festival tedesco del 1997 e gli obbiettivi della leggendaria Rockpalast TV.

Era il 21 giugno del 1997, solo 5 mesi dopo Michael Hutchence sarebbe stato trovato morto in circostanze poco chiare in una stanza d’albergo di Sydney e avrebbe così inevitabilmente segnato la fine della prima fase di questa interessante formazione australiana. Più che un best-of, un testamento.

Buona domenica!

Advertisements