Chitarra jazz 15 – Eugenio Mirti

103p

E’ da innumerevoli anni che mi riprometto di scrivere un libro di didattica per chitarra jazz e raccolgo a tal fine una montagna di materiale, appunti e trascrizioni (il cui volume è ormai prossimo al metro cubo). Nel corso del tempo ho speso migliaia di euro in metodi di tutti i tipi, ed essendo il recensore di jazzit dei libri di didattica la mia biblioteca si è ulteriormente ampliata: ho quindi la doppia fortuna di una pratica quasi ventennale di insegnamento e una conoscenza enciclopedica dei metodi esistenti, circostanza che mi sembra utile per poter dire la mia sul tema. Spero vi sia utile!

em

8.0 L’esposizione tematica

In assoluto l’argomento più negletto da qualsiasi libro di didattica jazz è quello dell’esposizione tematica. Di solito i manuali pullulano di informazioni che riguardano l’analisi armonica, lo studio delle scale per l’improvvisazione, le trascrizione degli assoli, ecc ecc. Ma pochissime pagine trattano invece come eseguire il tema, cioè la parte più importante di un brano. In fondo l’estetica e l’idea dell’assolo nascono con il principio delle variazioni tematiche, dovrebbe quindi  essere normale porre l’enfasi sul materiale scritto; inoltre un bel brano può anche non prevedere nessun assolo, a volte è sufficiente una esposizione tematica brillante.

A mio parere va anche considerato che la parte tematica è quella che più fa capire la personalità di un  musicista.  Essendo vincolati a delle note e armonie stabilite, diventa divertente e gustoso notare le differenze nell’esposizione tra i vari musicisti: chi cambierà alcune note, chi sostituirà gli accordi, che mantenendo melodia e accordi cambierà la componente ritmica, chi aggiungerà delle note qui e là, chi lavorerà sul suono e sull’esecuzione (glissati ed altri manierismi), chi lavorerà sull’arrangiamento, ecc.

I chitarristi (e i pianisti naturalemente) possono ulteriormente divertirsi studiando l’armonizzazione del tema, cioè sovrapponendo alle note della melodia gli accordi, o anche solo bicordi o triadi, e di nuovo si aprono mondi incredibili per varietà e bellezza

***

Il sistema migliore per esporre bene un tema è quello di cercare di frenderlo “cantabile”, a maggior ragione se stiamo eseguendo una parte che in origine era vocale (come accade nella maggior parte degli standard). Per questo motivo sulla chitarra privilegiare la stessa corda è meglio che non lavorare in verticale sulle posizioni: si mantiene lo stesso timbro, che aiuta una esposizione fluida.

Qualche accordo aiuta, naturalmente, meglio se eseguiti in punti ritmicamente importanti. Se vi sentite più “zen” potete limitarvi a qualche bicordo che sottolinei l’armonia, tanto per non esagerare, Jonh Scofield Style, per citare un nome famoso.

Molti musicisti tendono a differenziare l’esecuzione delle sezioni A nelle forme AABA, ad esempio Pat Metheny in questa versione di “All The Things You Are”: notate come nella seconda  ripetizione venga  cambiata l’ottava… un piccolo e semplice trucco per sottolineare la varietà e la classe.

Il metodo migliore per migliorare a interpretare i temi è senz’altro quello di ascoltare i grandi maestri all’opera. Vi allego alcune delle esecuzioni più memorabili di Miles Davis, considerato uno degli esecutori più meravigliosi.




Ascoltatele attentamente! La prossima settimana analizzeremo alcune esecuzioni celebri di standard ancora più celebri!

consiglio bibliografico  13: Chet Baker– Come se avessi le ali – Le memorie perdute.  (Minimum Fax, 2009)

baker

Si tratta delle appassionanti memorie di Chet Baker, uno dei più grandi trombettisti del jazz e tra le figure più famose dell’intera storia di questa musica. Ritrovate dieci anni dopo la sua morte misteriosa ad Amsterdam, rappresentano uno spaccato della vita di un artista dal prodigioso talento che nella sua vita affrontò ogni sorta di difficoltà, dalla dipendenza dall’eroina al carcere, qui raccontate con una tranquillità sorprendente. Un uomo che ha letteralmente “vissuto” il jazz.

LE PUNTATE PRECEDENTI:

CHITARRA JAZZ 1

CHITARRA JAZZ 2

CHITARRA JAZZ 3

CHITARRA JAZZ 4

CHITARRA JAZZ 5

CHITARRA JAZZ 6

CHITARRA JAZZ 7

CHITARRA JAZZ 8

CHITARRA JAZZ 9

CHITARRA JAZZ 10

CHITARRA JAZZ 11

CHITARRA JAZZ 12

CHITARRA JAZZ 13

CHITARRA JAZZ 14

Advertisements