Sergio Ponti On Tour vol. 4: salate de vinete

Piuttosto veloce il trasferimento notturno da Zurigo a Monaco, dove abbiamo suonato stasera.Verso le 10, due ore circa di tappa in autogrill, colazione immersi tra la nebbia di una giornata davvero uggiosa.
L’argomento preferito della truppa pare essere diventato quello culinario ed allora ecco a voi la ricetta della Salate de vinete (insalata di melanzane), cosi come tramandata da generazioni nella famiglia di Jimmy.

ATTENZIONE! state per leggere la ricetta di una sublime pietanza romena!

Mettete le melanzane direttamente sul fuoco del gas, su una griglia. Fare un buco nelle melanzane per evitarne l’esplosione. Girare in continuazione per favorirne la cottura, finché la buccia diventa molto scura. Pelare le melanzane e lasciare asciugare e raffreddare per 15′. Mettere nel mixer, ed aggiungere olio, mezzo bicchiere. Aggiungere due rossi d’uovo per ogni melanzana. Aggiungere alcune (5-10) fettine di gambo di cipollotto, sale a piacimento. Servire a temperatura ambiente.

Pofta buna!

Verso le 15 siamo al locale a Monaco, il Backstage, enorme, labirintico, multi sala…un paradiso per la musica live, con un ampio biergarten estivo, ora chiaramente non attivo, vista la concorrenza dell’Oktoberfest, a soli tre chilometri (che ci siamo persi, purtroppo o…per fortuna!?).

Michael Zech, il nostro fonico, ha fatto il suo capolavoro: suoni potentissimi e precisi, i Vision Bleak stasera paiono i Rammstein, devastanti!

Sia Henrick che Sebastian (drummer dei VB) che io stasera abbiamo terribili problemi con i nostri sequencer, molto probabilmente dovuti a dei lievi cali di tensione. Come potete immaginare, suonare in 15/8 e di colpi sentire il click che skippa e salta alla sezione in 4/4, non è il massimo…si preme stop del sequencer e su va avanti:)

Locale comunque quasi pieno, nonostante il lunedì sera, e ottime vendite di merch.

Stasera record di birre consumate dalla truppa, vedo almeno 60 bottiglie scolate, solo nei camerini, ma nessuno che dia,  anche lontanamente, segni di sbronza. Tough guys.

Ora si carica e si dorme, domani siamo a Vienna.

WP_20130930_002 WP_20130930_004 WP_20130930_006 WP_20130930_008 WP_20130930_003 WP_20130930_009 WP_20130930_012 WP_20130930_001
Advertisements