Recensione: A Step To Delirium/First Step – Ivano Rossato

A-StepWeb

A Step To Delirium

First Step

(2013)

I giovanissimi perugini A Step To Delirium esordiscono con un EP ben assortito che propone un rock-blues anni ‘70 acerbo e scoppiettante.

In 20 minuti “First step” condensa 5 brani coinvolgenti che spaziano con naturalezza dall’indie-rock di Going To Play Some Rock ‘n’ Roll, un’efficace dichiarazione programmatica fin dal titolo, ai riff di sapore sudista di Pretty Little Baby, un brano ben composto e strutturato che esalta la disinvolta componente solista delle chitarre elettriche ben evidente anche nel rock blues tirato di Deep Cut e nella staffetta che arricchisce il mid-tempo Blue Eyes. I 4 brani originali composti dagli A Step To Delirium sfociano in una personale cover di Helter Skelter, grande successo dei Beatles del quale ripropongono fedelmente la dirompente carica esplosiva.

Fra i punti di forza si apprezza la produzione complessiva, grezza e robusta fatta di distorsioni croccanti che contribuiscono e fare di “First step” un esordio piacevole e vario con un ottimo potenziale live.

Brani: Going To Play Some Rock ‘n’ Roll; Pretty Little Baby; Deep Cut; Blue Eyes; Helter Skelter

_86Q0077

Advertisements