Recensione: The Party is on/ Giorgia Barosso & Luca Calabrese Quintet – Eugenio Mirti

party

Giorgia Barosso & Luca Calabrese Quintet

“The Party Is On” (Music Center, 2011)

di Eugenio Mirti

“The Party is on” è un disco uscito nel 2011. Normalmente mi interessa recensire alternativamente le ultime novità e i grandi classici storici, ma in questo caso mi è sembrato interessante operare un’eccezione; un po’ perchè è inutile voler fare l’artista e vivere come un ragioniere (perchè vincolarsi a regole del tutto arbitrarie?! aspettatevi l’inaspettato se siete dei gemelli!) un po’ perchè questo album rappresenta bene un certo tipo di jazz: quello divertente e festaiolo, basato su temi e composizioni di spessore, affrontati con gusto e grandissima energia. Otto classici tra i più famosi della storia e tre originali notevoli, un quintetto ben affiatato, arrangiamenti accattivanti… insomma, un cd adatto per il neofita così come per l’appassionato.

I temi sono molto bene esposti,  in genere  all’unisono da voce e tromba, e   il livello dei solisti è molto alto. Mi piacciono particolarmente “Bye Bye Blackbird”, per il solo duo voce-tromba, e la conclusiva “The Party Is On”, che gioca molto bene con la progressione II-V, ma in generale non ci si annoia mai: si passa dalle atmosfere fumose di “My Funny Valentine” (che esalta le capacità vocali della Barosso) a quelle allegre di “Pillot”(un blues firmato da Milanese) ai ritmi afro (che raddoppiano nel solo di pianoforte) di “Softly”.

Un lavoro ben realizzato e consigliato a tutti!

Brani: Pillot; Caravan; Ely’s Dream; Take the A Train; Broadway; Stolen Moments; My funny Valentine; Softly as in a Morning Sunrise; Bye Bye Blackbird; The Party is On

Musicisti:  Giorgia Barosso, voce; Luca Calabrese, tromba, flicorno; Carlo Uboldi, piano; Luciano Milanese, contrabbasso; Marco Castiglioni, batteria; Beppe Caruso, trombone in “A Night in Tunisia”

Advertisements