Recensione: DAFT PUNK/RANDOM ACCESS MEMORIES – Giuliano Rolandone

Random Access Memories

Daft Punk

Random Access Memories

Daft Life/ Columbia, 2013

Dopo aver realizzato la colonna sonora del film “Tron: Legacy” nel 2010, i Daft Punk sono tornati in studio per ampliare la propria discografia rimasta ferma al 2005 con “Human After All”  con il loro nuovo disco: “Random Access Memories”.

Programmato per il 17 maggio 2013, ne è stata anticipata l’uscita effettiva (con la possibilità di ascolto in streaming) al 13 maggio per una sorta di “fuga di materiale” da internet, ma è già da aprile che sulle radio rimbalza con continuità “Get Lucky”, il singolo realizzato in collaborazione con Nile Rogers alla chitarra e Pharrell Williams alla voce.

Come ci si può aspettare dal titolo, l’album è un percorso a ritroso di quello che i Daft Punk sono stati nel corso della loro carriera, un insieme di elettronica, dance e funk tirato fuori da strumenti classici come chitarra e basso ma soprattutto dai consueti sintetizzatori che hanno sempre dato un taglio moderno ai loro brani.

A parlare di synth come “Suono del futuro” degli anni ’70 e sogni di gloria di inizio carriera è infatti Giorgio Moroder (Premio Oscar per le musiche di “Flashdance” e “Top Gun”) nell’intro di “Giorgio by Moroder”.

Sebbene il futuro degli anni ’70 sia ormai passato da un pezzo, qui i sintetizzatori sono ancora la chiave che consente il cambio di atmosfere, specialmente se alternati al pianoforte o accompagnati dagli effetti elettronici disseminati intenzionalmente in modo più o meno evidente in tutti i brani. Se volete davvero capire la tecnica è sufficiente ascoltare “Touch”, che per il numero incredibile di variazioni un qualsiasi artista odierno avrebbe utilizzato per produrre almeno 4 brani diversi.

E’ evidente che la novità consiste nell’utilizzo di molti strumenti, il contributo di numerose collaborazioni ed una tecnica compositiva più elaborata utilizzata, però, per la riproduzione di uno stile che di nuovo ha ben poco.

I Daft Punk hanno incrementato il pubblico della musica elettronica ridefinendone le regole, e se siete i tipi che credono futuristico un casco spaziale scintillante forse “Random Access Memories” fa proprio al caso vostro.

Artisti: Daft Punk: (voce, synth, tastiere, chitarra), Chilly Gonzales (tastiere, pianoforte), Nile Rodgers (chitarra in “Give Life Back To Music”, “Lose Yourself To Dance”, “Get Lucky”), Pharrell Williams (voce in “Lose Yourself To Dance”, “Get Lucky”), Giorgio Moroder (voce in “Giorgio By Moroder”), Julian Casablancas (voce, prima chitarra in “Istant Crush”), Panda Bear (voce in “Doin’ It Right”), Todd Edwards (voce in “Fragments Of Time”), Paul Williams (voce in “Touch”), Dj Falcon (synth in “Contact”).

Brani: Give Life Back To Music/ The Game Of Love/ Giorgio By Moroder/ Within/ Istant Crush/ Lose Yourself To Dance/ Touch/ Get Lucky/ Beyond/ Motherboard/ Fragments Of Time/ Doin’ It Right/ Contact

Advertisements