Recensione: Black Crowes/Wiser For The Time – Ivano Rossato

 

Black Crowes

Wiser For The Time

(Silver Arrow/Megaforce Records)

I Black Crowes rientrano fra i gruppi che più di tutti esprimo al massimo nella dimensione live il proprio potenziale artistico, nel solco delle grandi rock-blues band alla Allman Brothers Band, tanto da arrivare nel 2009 addirittura a registrare un intero album di inediti come Before the Frost…Until the Freeze in presa diretta, praticamente senza sovra incisioni e con addirittura il pubblico in studio.

In questo contesto si colloca la pubblicazione di Wiser For The Time offerto in quadruplo vinile (!) o in versione digitale da scaricare, che interrompe una pausa di riposo e inattività di circa due anni e rappresenta l’atto di apertura della prossima stagione live. Questa nuova raccolta fotografa la band alle prese con il tour del 2010 e propone 26 canzoni di cui 15 in chiave acustica e le rimanenti in quella originale elettrica, scelte fra il loro ricco repertorio di classici (Sister Luck, Jealous Again, She Talks To Angels) così come da quello più recente (Make Glad) e dando spazio anche alle cover con  Hot Burrito #1 e Hot Burrito #2  dei Flying Burrito Brothers e Willin dei Little Feat. La registrazione e la postproduzione sono di ottima qualità  e permettono di apprezzare la notevole ricchezza timbrica del gruppo conservando l’atmosfera propria di un evento dal vivo.

Wiser For The Time permetterà ai fan storici di ripassare i classici della band di Atlanta prima di rivederli nel tour primaverile del 2013, ma è anche un ottimo punto di partenza di chi li incontra per la prima volta sia grazie all’ottima selezione dei brani che per l’atmosfera vitale e coinvolgente che traspare dalle tracce tipica dei Black Crowes.

Brani ACUSTICI: Cursed Diamond; Sister Luck; Smile; Downtown Money Waster; Hot Burrito #1; Hot Burrito #2; Garden Gate; Better When You’re Not Alone; Darling Of The Underground Press; Jealous Again; Hotel Illness;Thunderstorm; Oh The Rain; Soul Singing; Tonight I’ll Be Staying Here With You;

Brani ELETTRICI: Exit; No Speak No Slave; Only Halfway To Everywhere; A Conspiracy; Title Song; My Morning Song/Stare It Cold; Tied Up & Swallowed; Make Glad; Waiting Guilty; She Talks To Angels; Willin;

Musicisti: Chris Robinson – voce; Rich Robinson – chitarra e voce; Steve Gorman – batteria; Sven Pipien – basso; Adam MacDougall – tastiere; Luther Dickinson – chitarra solista.

 

Advertisements