Musica italiana: istruzioni per l’uso – Raphael Gualazzi / Reality And Fantasy – Alessandra Soro

Raphael Gualazzi – Reality And Fantasy / Sugar Music, 2011

di Alessandra Soro

Cantante e pianista a cui evidentemente piace nuotare controcorrente, Raphael Gualazzi esordisce nel 2005 con la pubblicazione di “Love Outside The Window”, partecipa a diversi jazz – e non – festival in giro per l’Italia e per la Francia e prende parte ad alcuni progetti negli Stati Uniti. E solo dopo partecipa al Festival di San Remo 2011 con “Follie d’amore”, prima traccia dell’ultimo cd Reality and Fantasy.

Ottimo motivo di speranza per la musica contemporanea, Reality And Fantasy unisce le più classiche ritmiche jazz dell’America dello scorso secolo a sapori italiani, passando dalla disco anni ’80 per tornare a insistere su atmosfere più ricercate. La caratteristica più accattivante dell’album è l’utilizzo di diversi strumenti oggi poco considerati rispetto ad altri con  sonorità più tradizionali.

Si parte con “Follie d’Amore”: presentata a San Remo, una calda voce, il ritmo giusto e un piglio che ricorda molto i classici della nostra vecchia penisola. Il masterpiece dell’album, “Reality And Fantasy”, vede Raphael impegnato con un kazoo, strumento amato da musicisti di non poco conto come Paolo Conte e Edoardo Bennato, ma anche utilizzato da Freddie mercury e David Gilmour. E’ appunto curiosa la scelta degli strumenti utilizzati in questo album: anche nella traccia seguente, “Scandalize Me”, Raphael sfrutta organo e clavinet che, ben si sa, si accostano in modo deciso al suono della chitarra, che fa la sua prima apparizione in questo brano. Si prosegue con “Behind The Sunrise”, accompagnata dalla voce di Roxanne Tataei, in arte Rox (sito ufficiale: http://thisisrox.com/ ): anche in questa traccia Raphael non si rifiuta di provare nuovi suoni per la traccia pianistica, sfruttando precisamente un pianoforte elettrico della Wurlitzer, utilizzato anche nella canzone “Out Of My Mind”. Anche nel brano che segue, “A Three Second Breath”, sfrutta particolari sonorità grazie all’utilizzo di un Fender Rhodes, pianoforte elettrico spesso utilizzatto a partire dagli anni cinquanta nella musica jazz e rock. Segue la curiosa scelta dell’utilizzo di un flicorno (suonato dal grandioso Fabrizio Bosso, tra i più quotati trombettisti italiani ed europei) in “Sarò Sarai”.

L’album chiude con una rivisitazione del classico “Caravan” di Duke Ellington e con il remix del capolavorodel cd ” Reality And Fantasy”.

Immagino che per gli amanti del jazz possa essere un album difficile da digerire: l’idea, di questi tempi, è azzardata quasi quanto incidere un album di rivisitazioni di “Meddle” versione punk-rock. Se accettate un mio consiglio, abbracciate queste novità e, se siete ex musicisti, attuali musicanti o musicofaghi in genere, apprezzate il fatto che ci siano giovani in grado di sfruttare la propria immagine per non far morire la musica che amano.

Website:

http://www.raphaelgualazzi.com/

Brani e musicisti:


1) Follia D’Amore
(Testo e musica: Raffaele Gualazzi; Batteria: Christian Marini; contrabbasso: Felice Del Gaudio; sassofoni: Atem Quartet; tromba: Fabrizio Bosso)
2) Icarus (Testo e musica: Raffaele Gualazzi; Basso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri; tromba: Fabrizio Bosso; sax baritono: Massimo Valentini)
3) Tuesday (Testo: Raffaele Gualazzi; musica: Raffaele Gualazzi – Fiorenzo Zanotti; Contrabbasso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri; percussioni: Luca Florian)
4) Reality And Fantasy (Testo e musica: Raffaele Gualazzi; Kazoo: Raphael Gualazzi; contrabbasso: Felice Del Gaudio; percussioni: Luca Florian)
5) Scandalize Me (Testo e musica: Raffaele Gualazzi; organo e clavinet: Raffaele Gualazzi; chitarra: Giuseppe Conte; batteria: Lele Barbieri)
6) Behind The Sunrise – featuring Rox (Testo e musica: Raffaele Gualazzi; voce: Raffaele Gualazzi e Roxanne Tataei; Wurlitzer: Raffaele Gualazzi; basso e chitarra: Giuseppe Conte; batteria: lele Barbieri; sassofoni: Massimo Valentini; tromba: Fabrizio Bosso
7) A Three Seconds Breath (Testo e musica: Raffaele Gualazzi; Rhodes: Raffaele Gualazzi; seconda voce: Abigail Bailey; batteria: Karl Brazil; basso: Malcolm Moore; chitarra e percussioni: Pete Glenister; armonica: James F. Reynolds)
8) Calda Estate (Dove Sei) (Testo e musica: Raffaele Gualazzi; contrabbasso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri)
9) Out of My Mind (Testo e music: Raffaele Gualazzi; Wurlitzer: Raffaele Gualazzi; basso: Giuseppe Conte; percussioni: Luca Florian; batteria: Lele Babrieri)
10) Sarò Sarai (Testo: Raffaele Gualazzi – Oliviero Malaspina; musica: Raffaele Gualazzi, Fiorenzo Zanotti; contrabbasso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri; flicorno: Fabrizio Bosso)
11) Love Goes Down Slow
(Testo: Raffaele Gualazzi; musica: Raffaele Gualazzi – Fiorenzo Zanotti; organo: Raffaele Gualazzi; contrabbasso: Felice Del Gaudio; chitarra: Giuseppe Conte; tromba: Fabrizio Bosso; batteria: Lele Barbieri)
12) Lady “O”
(Testo e musica: Raffaele Gualazzi; contrabbasso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri)
13) Empty Home
(Testo: Raffaele Gualazzi; musica: Raffaele Gualazzi – Fiorenzo Zanotti; contrabbasso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri; sassofoni: Massimo Valentini; tromba: Fabrizio Bosso; percussioni: Luca Florian)
14) Caravan
(Musica: Duke Ellington; piano: Raffaele Gualazzi; contrabbasso: Felice Del Gaudio; batteria: Lele Barbieri)
+ bonus track Reality And Fantasy
(Gilles Peterson remix)

Voce e pianoforte: Raffaele Gualazzi (ad eccezione di Behind The Sunrise, feat. Rox)

Advertisements